Ultime NEWS
giovedý 11 febbraio 2016
lunedý 13 ottobre 2014
mercoledý 24 settembre 2014
lunedý 22 settembre 2014
mercoledý 17 settembre 2014
sabato 12 aprile 2014
venerdý 21 febbraio 2014
 


Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella
Credits

Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni

FestivitÓ della Beata Vergine del Carmelo

FestivitÓ della Beata Vergine del Carmelo
I Mesagnesi dicono semplicemente: è la festa della “Madonna nostra”: il 15, 16 e 17 luglio è l’intera cittadina a fermarsi, molti emigrati fanno rientro per l’occasione e davvero sono in moltissimi a raccogliersi, in Chiesa madre, davanti al simulacro della Vergine del Carmine che in processione, il 15 luglio, con grande partecipazione di popolo, viene prelevata dalla Basilica-santuario del Carmine per essere portata in città. È il suono delle campane ad annunciare che in processione i terzi ordini, le diverse associazioni laicali ed i sacerdoti (una volta era il Capitolo della Collegiata) stanno muovendo dalla Chiesa matrice per “andare a prendere la Madonna”.
Una volta giunti al Santuario del Carmine e prelevato il simulacro della Vergine, sempre in processione si torna in paese: nella piazza il sindaco consegna le chiavi della città alla Vergine, sottolinea l’essere Mesagne “Civitas Mariae” ufficialmente proclamata, quindi si entra in Chiesa madre, dove viene officiata una solenne liturgia e la chiesa resta aperta fino alla mezzanotte con numerosi cittadini che prolungano la veglia in chiesa fino all’alba per “non lasciare sola la Madonna”.
E siamo al 16 luglio: una marea di gente affolla la chiesa matrice, ove si susseguono di ora in ora le celebrazioni eucaristiche, ciascuno – anche se magari per poco tempo – vuole stare con la Vergine, affidarsi a lei…
E giunge il 17: al mattino le messe ogni ora scandiscono questa nuova giornata dei mesagnesi, con la Vergine, quindi nel pomeriggio sono i Padri Carmelitani, custodi tutto l’anno del simulacro a a recarsi in processione in Chiesa Matrice per prelevare la sacra immagine dopo la celebrazione della Santa Messa.Quando le campane iniziano a suonare a festa la processione intraprende l’itinerario tra le vie dell’antica Terra, quelle cioè comprese entro le mura cittadine, quindi fa rientro nel Santuario.

< Torna alle festività
 
 
 
 
 

ugg sale http://www.cittadiniattivibernalda.it/
pandora jewellery